Festival

di letteratura di montagna, viaggio, avventura

 

"Assecondare la natura e non opporsi a lei": così Vandana Shiva a LetterAltura

Domenica, 29 Giugno 2008

E’ una fida alla conservazione ed alla responsabilità quella di cui oggi si è parlato nell’Auditorium del Chiostro di Verbania tra Vandana Shiva, premio Nobel alternativo per la pace del 1993, e Mimmo Candito. Shiva, distinta signora indiana che conquista l’attenzione con il suo inglese molto “british” e la sua personalità così armoniosa, parla dell’acqua perché “non ce n’è abbastanza sul pianeta e tutta la vita ne ha bisogno”.


Dialogando con Candito si è discusso di quanto sia importante invertire la tendenza del modello dell’occidente selvaggio, il Wild West, che non mantiene il ciclo dell’acqua. “Consapevoli che apparteniamo a questo ciclo dobbiamo mantenerlo. E’ richiesta un’inversione di tendenza e ripensare alla produttività” sostiene Shiva . Ed agganciandosi a ciò Mimmo Candito introduce un nuovo tema: quello dell’ecosistema idrico che è spesso dimenticato.

Lo sconvolgimento dell’ equilibrio tra popolazione e risorse non è fatto di cui siamo ancor pienamente consapevoli. Elemento essenziale è la partecipazione della società democratica. Ma come intervenire? E Shiva risponde parlando dell’India e del movimento che si oppone all’urbanizzazione delle masse contadine e che difende il Gange, millenaria risorsa vitale, per una “democrazia dell’acqua”.

“Assecondare la natura e non opporsi a lei, ma come fare con casi come l’India dove è in atto un notevole sviluppo della società?” chiede Candito. Ma la risposta è a sua volta una domanda quanto mai pertinente “Si può essere superpotenza quando i contadini sono uccisi dall’economia della globalizzazione?” .


Il discorso si muove quindi sul terreno dell’economia  e della globalizzazione: occorre non cadere nel circolo vizioso che mette in difficoltà la salute del pianeta. La sfida è quella di riportare la produzione nella dimensione locale, di accentuare la coscienza che siamo cittadini di una terra comune.


Per Shiva “La sfida per noi è sopravvivere”.

Alla chiusura dell'incontro, dopo le domende del pubblico, il grupopo musicale verbanese Van Houtens insieme  ad i bambini delle scuole elementari “Antonio Rosmini” di Verbania hanno salutato Vandana Shiva e LetterAltura con un canto di pace. 

 
Contatti Facebook Twitter YouTube
 

LetterAltura è patrocinata e sostenuta da
 

All rights reserved © 2007-2010 Associazione Culturale LetterAltura
Associazione con personalità giuridica privata - Determinazione Regione Piemonte n° 169 del 20/03/2013
Privacy | Disclaimer | P. IVA IT02052260037 | c/o Hotel Il Chiostro • via Fratelli Cervi, 14 • 28921 Verbania (VB) | tel. 0323 581233