Festival

di letteratura di montagna, viaggio, avventura

 

VANDANA SHIVA A LETTERALTURA

Venerdì, 13 Giugno 2008

VANDANA SHIVA A LETTERALTURA Il conto alla rovescia per la seconda edizione di LetterAltura è cominciato. Sarà con noi anche Vandana Shiva dall'India: una ricercatrice molto stimata a livello internazionale che in questi giorni ha fatto parlare di sè per il discorso che ha recentemente tenuto a Bruxelles sul pericolo delle coltivazioni di OGM. A Verbania parlerà di Acqua insieme a Mimmo Candito, inviato de La Stampa.

Vandana Shiva è una delle scienziate più conosciute al mondo. Attivista politica e ambientalista, ha vinto il premio Nobel alternativo per la pace nel 1993 ed è direttore della Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy di Dehra Dun in India. È autrice de Le guerre dell’acqua (Feltrinelli, 2004) un libro fondamentale che al contempo celebra il ruolo di pacificazione tra i popoli, che l’acqua ha sempre assunto, e avverte della minaccia di conflitti scatenati dal precario equilibrio e dalla scarsità delle risorse idriche a livello planetario. Ha scritto altri numerosi saggi, alcuni tradotti in italiano: Monocolture della mente. Biodiversità, biotecnologia e agricoltura scientifica (Bollati 1995); Sopravvivere allo sviluppo (Isedi 1990); Vacche sacre e mucche pazze. Il furto delle riserve alimentari globali (DeriveApprodi 2001); Campi di battaglia. Biodiversità e agricoltura industriale (Ambiente 2001); Biopirateria. Il saccheggio della natura e dei saperi indigeni (Cuen 1999). Il suo ultimo lavoro è India spezzata (Il Saggiatore, aprile 2008): “Oggi il volto dell'India è spezzato in due: quello fasullo dell'India «splendente», nuova piattaforma tecnologica, futura superpotenza, e quello reale: l'India dei più poveri che pagano il prezzo dell'agricoltura industriale, dove acqua e cibo diventano merce, più che diritto”.

A LetterAltura - Verbania:
domenica 29 giugno ore 16.30 – 17.30

Le guerre dell’acqua. Aprire i rubinetti per sprecarla è un privilegio

Vandana Shiva dialoga con Mimmo Candito
Evento in collaborazione con Radiotelevisione Svizzera Italiana Rete Due

“Se le guerre del ventesimo secolo sono state combattute per il petrolio, quelle del ventunesimo avranno come oggetto del contendere l’acqua”. Così affermava in un discorso del 1995 il vice presidente della Banca Mondiale. Parole assunte a manifesto da una delle scienziate più attive del nostro secolo: Vandana Shiva. Premio Nobel alternativo per la pace nel 1993, dirige il Centro per la Scienza la Tecnologia e la Politica delle Risorse Naturali di Dehra Dun in India. Per lei il diritto all'acqua è sacro e per questa ragione ne ha studiato l'utilizzo in tutte le parti del mondo, arrivando alla conclusione che presto gli uomini si uccideranno per questa vitale materia prima. "La crisi idrica scaturisce dalla fallace identificazione del valore con il prezzo monetario..." Di questo e della sua dibattuta teoria del ‘malsviluppo’ parlerà con Mimmo Candito, inviato speciale de La Stampa, anch’egli consapevole di questa minaccia.
 

 
Contatti Facebook Twitter YouTube
 

LetterAltura è patrocinata e sostenuta da
 

All rights reserved © 2007-2010 Associazione Culturale LetterAltura
Associazione con personalità giuridica privata - Determinazione Regione Piemonte n° 169 del 20/03/2013
Privacy | Disclaimer | P. IVA IT02052260037 | c/o Hotel Il Chiostro • via Fratelli Cervi, 14 • 28921 Verbania (VB) | tel. 0323 581233