Festival

di letteratura di montagna, viaggio, avventura

 

ROUND ABOUT CHOPIN’S PRELUDES

Martedì, 22 Febbraio 2011

ROUND ABOUT CHOPIN’S PRELUDES Domenica 27 Febbraio alle ore 16,30 presso l’Auditorium di Villa Giulia (Verbania) il celebre pianista francese di origini bulgare MARIO STANTCHEV interpreterà un programma che porta il titolo di “ROUND ABOUT CHOPIN’S PRELUDES”
Mario Stantchev eseguirà infatti i Preludi di Chopin sia nella loro veste originale  per poi andare ad improvvisare in stile jazz sui principali temi di quelli più famosi.

I Preludi (Opera 28) di Frédéric Chopin sono una raccolta di 24 composizioni per pianoforte dell'autore polacco, una per ogni tonalità musicale, sia in modo maggiore che minore. Nonostante il termine preludio sia abitualmente utilizzato, all'interno del sistema tonale occidentale, per indicare una composizione con il compito di introdurne un'altra, più lunga e articolata, i 24 preludi chopiniani possono essere eseguiti e analizzati come piccole opere a sè stanti.

Chopin scrisse i suoi Preludi tra il 1835 e il 1839, la maggior parte di questi durante il suo soggiorno presso Valdemossa, una località vicina a Palma de Mallorca, dove il compositore si era recato insieme alla sua compagna George Sand per motivi di salute (in particolare, la coppia era alla ricerca di un clima salutare, rispetto alla piovosa Parigi, per tentare di contrastare la tubercolosi polmonare di cui il compositore soffriva, e che lo condurrà alla morte nel 1849). La raccolta fu poi pubblicata nel 1839, al rientro nella capitale francese. La pubblicazione dei Preludi provocò molto scalpore nell'ambiente musicale dell'epoca, principalmente per due motivi: da una parte, Chopin sfidava qualsiasi regola classica, votando le sue creazioni a una mancanza di forma evidente, e dall'altra, sfidava le convenzioni del periodo per la breve durata delle composizioni contenute nell'opera 28 (basti considerare come nessun preludio sia più corto di 13 battute, ma contemporaneamente nessuno superi le 89 battute di lunghezza). A partire dall'inizio del ventesimo secolo, comunque, i Preludi di Chopin sono diventati un vero e proprio standard per i pianisti, come dimostra la lunga serie di registrazioni dell'opera a partire dal 1926, con un'incisione di Alfred Cortot.
 

 
Contatti Facebook Twitter YouTube
 

LetterAltura è patrocinata e sostenuta da
 

All rights reserved © 2007-2010 Associazione Culturale LetterAltura
Associazione con personalità giuridica privata - Determinazione Regione Piemonte n° 169 del 20/03/2013
Privacy | Disclaimer | P. IVA IT02052260037 | c/o Hotel Il Chiostro • via Fratelli Cervi, 14 • 28921 Verbania (VB) | tel. 0323 581233