Festival

di letteratura di montagna, viaggio, avventura

 

Babel, festival di letteratura e traduzione

Lunedì, 20 Settembre 2010

Babel, festival di letteratura e traduzione Al via la quinta edizione del festival di Bellinzona (CH), dal 23 al 25 settembre.
Protagonista dell’edizione 2010 il Messico.
Tra i numerosi ospiti Arriaga e Paco Ignacio Taibo II.
Primo appuntamento Giovedì 23 settembre alle 20.30 al Cinema Forum con la proiezione di The Burning Plain di Guillermo Arriaga, in presenza dello scrittore e regista.
Per informazioni sui biglietti scrivete a comunicazione@babelfestival.com o telefonate al numero 0041(0)79 853 71 18. Un biglietto d’ingresso dà accesso a tutti gli incontri della giornata.


La parola oltre i confini


Nel 1810, il 16 settembre, il «grito de dolores» lanciato da Miguel Hidalgo diede il via alla Guerra di indipendenza messicana; nel 1910 Pancho Villa, Zapata, Serdan e altri insorsero contemporaneamente in diversi punti del paese innescando la Rivoluzione messicana; nel 2000 il Partido revolucionario institucional perse le elezioni dopo 71 anni di potere, e la nazione entrò in quella che è stata definita la «decade del caos». 
Il 2010 è l’anno degli anniversari per il Messico, che ricorda i momenti chiave della storia nazionale e confronta il proprio presente con le speranze e gli ideali delle origini. Il presente messicano, che rimarrà comunque intessuto di mistero: paese di deserti, giungle, metropoli, oceani, polvere, piombo, sangue; paese precolombiano, americanizzato, guadalupano, rivoluzionario, sciamanico, zapatista, narcotrafficante. Complessità, meticciato e contraddizione sembrano essere i colori dello stendardo messicano.
In questo anno speciale il festival Babel invita alcuni tra i più significativi scrittori messicani. I protagonisti della «Parola oltre i confini» saranno: Guillermo Arriaga, scrittore di culto, regista di The Burning Plain e sceneggiatore di film come Babel e Amores Perros; Paco Ignacio Taibo II, autore di noir sudici e di analisi limpide, creatore del detective randagio Hector Belascoaran e biografo di figure titaniche come il Che e Pancho Villa; Juan Villoro, scrittore che sa accogliere, in un’atmosfera completamente mutata, l’eredità civile e oracolare di autori come Octavio Paz; Cristina Rivera Garza, che tra romanzo e saggio, spagnolo e inglese, case chiuse e distese desertiche, narra splendidamente il Messico tra Otto e Novecento; Fabio Morabito, uno dei migliori poeti di lingua spagnola viventi, narratore e traduttore dell’opera completa di Montale; Mario Bellatin, che nei suoi libri, «giocattoli bui e radiosi, composizioni di Duchamp fatte di parole», riscrive incessantemente il patto che lega lettore e autore, indicibile e parola scritta; Margo Glantz, scrittrice, traduttrice, accademica, leggenda vivente a cavallo tra due epoche; un omaggio al Messico di Roberto Bolaño, a nostro avviso uno dei più grandi scrittori di lingua spagnola di sempre, con ospiti la sua traduttrice Ilide Carmignani e gli scrittori Juan Villoro e Maurizio Braucci; per concludere, uno sguardo al Messico dall’Italia: Maurizio Braucci ci racconta un viaggio che parte da Napoli e attraversa l’intero Messico alla ricerca delle radici che si intrecciano alla morte e alla vita.

 
Contatti Facebook Twitter YouTube
 

LetterAltura è patrocinata e sostenuta da
 

All rights reserved © 2007-2010 Associazione Culturale LetterAltura
Associazione con personalità giuridica privata - Determinazione Regione Piemonte n° 169 del 20/03/2013
Privacy | Disclaimer | P. IVA IT02052260037 | c/o Hotel Il Chiostro • via Fratelli Cervi, 14 • 28921 Verbania (VB) | tel. 0323 581233